Archivi tag: teatro

Monologando, seconda edizione

fronte_03-260x300Forti dell’ottimo riscontro di adesioni, di pubblico e di critica dello scorso anno, parte la Seconda Edizione del Concorso per monologhi teatrali inediti, Monologando. Organizzato da Ata.TeatroPadova e Acli Arte e Spettacolo con il Patrocinio del Comune di Padova. Dal 1 settembre 2016 al 30 novembre 2016 è possibile iscrivere il proprio monologo nelle modalità del bando che trovate a questo indirizzo. Scopo del concorso è promuovere la scrittura drammaturgica teatrale e dare la possibilità agli autori del testo di vedere rappresentato il loro monologo in uno spazio teatrale professionale, prima degli spettacoli della tradizionale rassegna “Su il Sipario” che si tiene a Padova nei mesi di Gennaio e Febbraio. I monologhi selezionati nella prima fase del Concorso in base al testo inviato verranno poi votati dal pubblico presente in sala al quale si aggiungerà il voto di un’altra giura “tecnica” presente alle rappresentazioni. Alla fine il monologo che avrà ottenuto il punteggio maggiore durante le esibizioni dal vivo risulterà vincitore. Siamo felici anche per quest’anno di contribuire a tale iniziativa con altri partner di tutto rispetto! Continua a leggere

Le domeniche al mercatino

Prime edizioni, bizzarrie editoriali e curiosità in forma di libro

L’inserto domenicale di #Svolgimento dedicato ai libri recuperati in qualche mercatino,
negozio di antiquariato, rigattiere o fiera di Paese.
Oggetti capaci di affascinare, incuriosire, conquistarci fino alla brama del possesso,
da un euro in su!

20160415_125900La prima meravigliosa sorpresa che riserva questo volume del 1961, edito da Longanesi, la si scopre dietro la sovra copertina: un dettaglio da una stampa inglese del sedicesimo secolo con la truculenta esecuzione di un gruppo di streghe; quasi un colpo di teatro con il quale, da subito, Valeri ci ricorda come venivano risolti certi conflitti di genere fino a non molti secoli fa. All’interno invece si dipana una autentica gioia per gli occhi e uno degli esercizi di sofisticata ironia che vale più di qualsiasi trattato sociologico o dotta dissertazione sulla condizione femminile nel nostro Paese. Un racconto epistolare e telefonico dal quale emergono quelle figure di donne che hanno fatto la fortuna della loro amorevole e cinica creatrice, laddove con cinico si vuol esaltare una sorta di distacco quasi antropologico da cronista attenta e capace.
Velleitarie, egotiste, perfide dolose o inconsapevoli, invadenti o lamentose, aggressive o colpevolizzanti, tutte reclamano con carta, penna e cornetta del telefono l’incondizionata attenzione altrui: di coniugi – più spesso di amanti – inadempienti, di certi signori inclini all’evasività, di figli in procinto di sottrarsi alle eroiche cure materne. “Tu sai che non mi sarebbe affatto piaciuto che tu sposassi una donna molto bella, perché tanto raramente la bellezza femminile si accompagna all’onestà, e sono così lieta di saperti avviato in questo senso a una vita serena”, scrive da Conegliano Veneto la mamma a “Veniero Moscardin. Pensione Floris. Via Mazzini. Roma”, appena tornata dalla visita fatta al figlio per conoscere la futura nuora.

Continua a leggere

Tra Santa Rita e Pinocchio

Foto Omega/Oldani Andrea  Milano 29/12/03  Teatro Carcano presentazione della commedia Il Fatalista nella foto l'attore Paolo Poli (Agenzia: OMEGA)  (NomeArchivio: OMG80j9o.JPG)Elegante, raffinato, così a suo agio con il papillon al collo da destare invidia per i modi, ammirazione per la figura e un incantato stordimento nel sentire parole di alta fattura precedere, o di poco seguire, espressioni scurrili o piacevolmente dialettali. L’età indefinibile seppur sbandierata, che si dimentica non appena inizia a sorridere, a cantare o a muovere passi di danza riempiendo di sé il palcoscenico. Un personaggio, o meglio una persona unica, portata di peso ai giorni nostri da una dimensione favolistica dove è facile trovarlo in posa con Greta Garbo, nudo al fianco di Rita Renoir o in estasi tra le vesti di Rita da Cascia. Te lo immagini sorridere appena, mentre già ha in mente un colpo di teatro per far rabbrividire alla Carolina Invernizio, o per stupire passando da una mitria vescovile a un bustino da prostituta. È facile, ancora, immaginarselo tra le prime fila agli spettacoli della Osiris, a carpire ogni segreto per un sorriso, o ancora sorseggiare un tè con Ionesco e Savinio, discutere con Apuleio di moralità, con Gozzano di trine, merletti e signore sporche di dolci nelle confetterie.

Attore, regista, autore, scenografo, costumista, mimo, burattinaio, cantante, fantasista, trasformista, Poli costituisce una delle più originali espressioni artistiche del nostro teatro e dello spettacolo in genere; è una sorta di nutrimento stravagante, erudito e nello stesso modo ardito, di cui più d’uno si è alimentato, portando, come sostiene anche Arbasino, un salubre giovamento.

Continua a leggere

Le domeniche al mercatino

Prime edizioni, bizzarrie editoriali e curiosità in forma di libro

L’inserto domenicale di #Svolgimento dedicato ai libri recuperati in qualche mercatino,
negozio di antiquariato, rigattiere o fiera di Paese.
Oggetti capaci di affascinare, incuriosire, conquistarci fino alla brama del possesso,
da un euro in su!

20160214_104156Tu affondi naso e curiosità in quegli scatoloni ai margini del banchetto e ne esci molte volte deluso, mani sporche, e meno voglia di passare al prossimo; altre volte invece dallo spostamento compulsivo di inutili romanzetti, vecchi gialli, qualche numero di topolino e degli Harmony ecco la magia! E ti ritrovi a sollevare un piccolo tesoro. Nemmeno ne valuti lo stato, sfogliando le pagine o lisciandone il dorso. Corri da chi gestisce il banchetto e ti allontani. Troverai poi il luogo migliore per gustarti la fortuna… come in questo caso! Un volume del 1980, della Editori del Grifo, con una sorta di pastiche letterario a compendio dello spettacolo portato in scena nella stagione teatrale ’79 ’80 dallo stesso autore del testo. “Mistica” di Paolo Poli, ispirato all’opera omnia di Fogazzaro, tutto sospiri e ipocrisie, tramutata nelle mani di Poli (con la complicità di Ida Omboni) in un feroce quanto irresistibile ritratto di una società che visse al limitare del ridicolo seppur tra granitiche convinzioni.

Continua a leggere

Monologando, concorso per monologhi teatrali inediti. I Finalisti

fronte cartolina“Siamo entusiasti della risposta avuta in questa prima fase del concorso per monologhi teatrali inediti Monologando. Sono arrivate molte iscrizioni, una grande varietà di argomenti: dall’attualità alla storia, dalla piccola cronaca del quotidiano ai grandi temi su cui da sempre l’uomo si interroga. I giurati, che hanno ricevuto gli elaborati in forma anonima, hanno espresso il loro voto. Dal loro giudizio sono emersi i monologhi che passano alla fase successiva del concorso e cioè la messa in scena durante la rassegna teatrale Su il Sipario, che parte il 16 gennaio a Padova. A nome di AtaTeatroPadova e Acli Arte e Spettacolo ringrazio i partecipanti, la giuria per il lavoro svolto, e l’appuntamento per tutti ora è dal 16 gennaio per poter vedere questi lavori sul palcoscenico. Il successo di questa iniziativa ci spinge già ad annunciare la seconda edizione per il prossimo anno!”

Ecco quanto dichiarato da Gianluca Meis, Presidente di Ata.TeatroPadova e Acli Arte & Spettacolo di padova nonché nostro accolito, in merito al Concorso per monologhi teatrali inediti Monologando. Ri-postiamo anche noi l’elenco dei finalisti visto il nostro contributo nella scelta!

Ecco i monologhi selezionati e i loro autori

Mamma era solo una signora, di Sandro Fracasso
Dust Lady, di Camilla Bottin
Veleno, di Martina Procacci
La demi vierge, di Tiziana Sferruggia
Il boia innamorato, di Enzo Bensi
Io non sono grassa, di Tomaso Carraro

 

La giuria:

Vittorio Attene, regista, attore e insegnante di teatro

Marianna Bonelli, di SpritzLetterario

Anna Bosco, curatrice del blog letterario #Svolgimento

Bianca Garavelli, giornalista e scrittrice

Barbara Garlaschelli, scrittrice. Curatrice del blog letterario Sdiario

Barbara Giovannelli, attrice

Roberta Lepri, scrittrice. Curatrice del blog letterario #Svolgimento

Roberto Russo. Editore della Graphe.it

Carlo Vanin, scrittore

Paolo Zardi, scrittore