Le domeniche al mercatino

Prime edizioni, bizzarrie editoriali e curiosità in forma di libro

L’inserto domenicale di #Svolgimento dedicato ai libri recuperati in qualche mercatino,
negozio di antiquariato, rigattiere o fiera di Paese.
Oggetti capaci di affascinare, incuriosire, conquistarci fino alla brama del possesso,
da un euro in su!

20160402_133444Una cronaca surreale a affamata della Dolce Vita spesa tra le chiacchiere con l’Arbasia (Arbasino), le risate con Paolo (Poli) e i tentativi di farne altrettante con Pier Paolo (Pasolini) che invece non sapeva ridere e a cui “ruba” dai diari giovani il titolo dello stesso libro: PPP descrive i primi turbamenti omosessuali risalenti all’età di tre anni, a Belluno, mentre osservava i ragazzi che giocavano nei giardini pubblici di fronte a casa sua. E per definirlo s’inventa un nome arcano, suggestivo ed esotico, ‘teta veleta’ (thethe in greco antico significa ‘bisogno, mancanza’ e il critico letterario Gianfranco Contini gli aveva insegnato che era sinonimo di ‘sesso’): “Era il senso dell’irraggiungibile, del carnale, qualcosa come un solletico, una seduzione, un’umiliazione”.
Una messa in scena super egoica che attraversa la storia di un Paese da sempre in contraddizione con sé stesso dove almeno ci si può divertire passeggiando con un cappello di rose di testa. Il sesso con Claudio Villa e le volgarità intervallate da riflessioni dolenti su assolate terrazze romane o i pisciatoi dietro la stazione dove cazzi innamorati discutono di campagne inglesi. Una requisitoria in forma di parodia (recita il retro di copertina) tra gli anni sessanta e settanta, vissuti da protagonista: musa corteggiata o strega da deridere, additare e tenere alla larga. Una lettura entusiasmante.

Cosa sia alla fine questo libro ce lo dice Pasolini stesso nella sua introduzione: “il necrologio di un’eroina” per quanto della Betti “Bisogna aggiungere che era molto spiritosa e un’eccellente cuoca”.

Gianluca Meis

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...