L’ablativo assoluto e l’odore di cime di rapa

libri_accatastati_quadratizzata_2Elvis Presley, il ragazzo del piano di sotto, teneva il volume dello stereo a palla. Come al solito.
Faceva un caldo che potevi metterti anche a piangere ed io studiavo nella stanza dove era il tavolo grande, con la finestra spalancata.
Ed era difficile concentrarmi sulla democrazia ateniese con Elvis che con l’accento barese urlava “Bibappalula sciis mai beiiiiibeee”.
E mio padre, come al solito, si affacciava alla finestra: “Uagliò!!” gli urlava in canottiera “E abbascia sta radio. C’è fighjama ca sta studje…” e poi, voltandosi velocemente verso di me, mi chiedeva “Che studi?”.
“Storia” rispondevo di malavoglia.
“…ca sta studje storia. E ci ccazz!”
Come se avesse importanza quello che stavo studiando. Non aveva importanza. Certo non per me. Studiavo come una pazza.
Studiavo con disperazione, con la rabbia in corpo. Come se Clistene mi avrebbe un giorno riscattato dalla mia condizione. Come se l’aoristo e l’ablativo assoluto mi avrebbero permesso di scollarmi finalmente di dosso le strade viscide del mio quartiere, con tutti i personaggi che lo popolavano.


Studiavo con la voracità di un lupo affamato, con la bava alla bocca, come se la consecutio temporum mi avrebbe concesso la facoltà di cancellare per sempre l’odore di cime di rapa che impregnava l’aria della cucina,come se grazie a Saffo o a Orazio sarei un giorno potuta sfuggire alle cozze sgusciate,ai bibappalula di Elvis, al mio accento da meridionale ogni volta che aprivo bocca, alle preghiere sussurrate di nonna alla tosse soffocante di mio padre, di notte, che toglieva il sonno a lui e a noi.
Studiavo come chi vuole farsi del male, vuole ferirsi, pur di non fare la fine di Rosa, la mia amica di infanzia già fidanzata in casa con Mario, che ogni domenica pranzava dai futuri suoceri, portando un vassoio di paste di mandorla.
Pur di cancellare gli androni bui e maleodoranti del posto dove abitavo e le urla dei venditori ambulanti di pesce fresco.
Aiutami Saffo, aiutami Orazio.
Non mi hanno aiutato. Quei bastardi. É stato tutto inutile. Ovviamente.

Rita Lopez

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...