Cuore senza cuore

Hanging_White_SheetsAlla fine cosa rimaneva? Come aveva potuto infilarsi in una situazione così. Pensava lei mentre era li accanto a lui, in quella stanza colma di scartoffie, dove vi era tutto e niente.
In quella casa , mancava la presenza costante di una donna, era evidente quasi quanto la sua smania di conquista, e di libertà allo stesso tempo.
Una donna che mettesse ordine nella sua vita.
A lui l’idea non lo aveva mai sfiorato minimamente , almeno così sembrava. Così aveva fatto credere a tutte le sue donne.
Ornella e Roberto non erano estranei, sapevano l’uno dell’ altro , ormai si erano svelati le loro rispettive fantasie che per tanto tempo avevano accompagnato le loro interminabili , e piccanti telefonate.
Non si erano mai assaggiati però, l’attesa aveva fatto crescere il desiderio fra di loro ancora di più.
Per giorni e giorni lui pensò a lei, a come sarebbe stato il loro incontro.
Pensò soprattutto al fatto che lei doveva essere una delle tante, da rivedere solo se gli fosse piaciuta, se fosse stata brava, non solo a letto, ma capace di non invadere i suoi spazi fuori da quel contesto.
Niente cuore, solo piacere da condividere.


Sembrava così fiero di se , così compiacente mentre si guardava allo specchio, e si preparava per l’appuntamento, annusando il suo profumo prima di spruzzarlo sul suo corpo, come era solito fare prima di ogni incontro con una donna.
Come se quel rituale, in qualche modo gli desse la certezza che l’incontro sarebbe andato anche meglio di come lo aveva immaginato.
Guardò l’orologio, presto si sarebbero visti per la prima volta.
Prese la macchina che lo avrebbe portato da lei, e la chiamò a telefono per avvisarla del suo imminente arrivo.
Adesso tra le sue mani, tra le sue labbra , non vi era più fantasia, c’era la sua pelle profumata, c’erano le sue mani che lo cercavano insaziabili, lo compiacevano.
Adesso lei era sdraiata accanto a lui, vestita solo di un candido lenzuolo.
Lui la guardava, l’annusava, l’avrebbe rivista sicuramente.
Di li a poco si sarebbero salutati, ed immersi nuovamente nelle rispettive vite, ma in silenzio, stretti tra le braccia l’uno dell’ altro, si erano confessati di non aver fatto sesso, ma di essersi amati .
Lei era e sarebbe rimasta l’amante, che senza chiedere niente, più di chiunque lo aveva amato profondamente, gli aveva dato amore vero.
Ma che mai lo avrebbe confessato a lui, per non infrangere quel patto tacito che vi era fra di loro.

Sonia Sferruggia

Annunci

Un pensiero su “Cuore senza cuore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...