Il 28° Salone internazionale del libro di Torino

Lingotto,_Fiera_del_Libro,_Lingotto_FiereCon buona pace dei critici più accaniti, i cui argomenti spaziano sovente a ragione tra il domandarsi il senso e l’accusa di costi elevati, anche quest’anno il salone del libro di Torino si è presentato al pubblico con una conferenza stampa durante la quale il direttore, Ernesto Ferrero, ha annunciato che il tema conduttore dell’evento saranno le “Meraviglie d’Italia”. La scelta è legata, va da sé, all’ Expo di Milano. “Contro questa crisi – è stato detto – crediamo valga la pena ripensare la nostra storia e le ragioni che l’hanno modellata”. “Sarà l’occasione per ripercorre e ripensare il nostro rapporto con l’immenso patrimonio che abbiamo ereditato”. Si ribadisce ancora una volta l’importanza della nostra storia, del nostro glorioso passato, in una sorta di eterno ritorno delle questioni che più danno da fare a saggisti e opinionisti di ogni caratura. Cogliamo dunque anche quest’ennesima occasione per riflettere, considerando comunque che il valore e l’importanza del salone del libro vanno al di là della cornice che ogni anno si cerca di costruirci attorno.


Il 28° Salone internazionale del libro di Torino, che si svolgerà dal 14 al 18 maggio 2015, sarà ancora una volta luogo di incontro, di ritrovo, di chiacchiere e lamentele sul mondo dell’editoria. Sarà come sempre un guardarsi in faccia mentre si cerca di promuovere questo o quel libro, avendo l’occasione di ascoltare la voce di gente con cui ci si confronta spesso durante l’anno anche attraverso i social network o qualche festival letterario. Come lamentarsi altrimenti dei giganteschi spazi occupati dai grandi editori se non passeggiando al lingotto e misurando a passi svelti i pochi metri quadri di qualche editore indipendente con cui abbiamo anche scambiato delle battute? Esserci per avere in un colpo solo ben chiare le tendenze, i best sellers sottobraccio agli acquirenti del sabato pomeriggio. Esserci per rivedere le signore ingioiellate nello stand del Grande Oriente d’Italia poco distante da quello del Ministero degli Interni; oppure l’ilare e giocoso UAAR appena qualche stand in là delle edizioni paoline con l’ultima versione di qualche catechismo! Già il nome “salone”, che qualche parrucchiera non disdegna per il proprio negozio, ci rassicuri sull’importanza del chiacchierare. Del ritrovarsi dopo un anno con vecchi amici che non rinunciano all’appuntamento.
Catalogo alla mano gireremo fin quasi a maledire la scelta sbagliata delle calzature, ma contenti di aver fatto quei chilometri concentrati insieme a qualche amico, ridendo magari di pessime copertine o illuminandoci nello scoprire di aver amato quel libro, proprio quel libro il cui autore sta ora firmando delle copie a poca distanza da noi!
Per quanto riguarda #Svolgimento, l’entusiasmo è già palpabile. Per noi vuol dire stare insieme alcuni giorni, riducendo di colpo ogni distanza geografica. E questo stare insieme è sostanzialmente festa! Tanti gli appuntamenti a cui già programmiamo di partecipare, così come tanti sono gli amici che contiamo di salutare e di riabbracciare e tra questi alcuni compagni di un anno di letture e scritture. Al Salone del libro poi verranno presentati i risultati della riscrittura di TwPinocchio, progetto che abbiamo seguito con entusiasmo proponendo anche noi un contest letterario ad hoc in collaborazione con TwLetteratura.org.
Qui trovate la presentazione ufficiale del Salone, mentre per conoscerci di persona, stringerci le mani e far appunto delle sane chiacchiere l’appuntamento è a Torino dal 14 al 18 maggio!

Gianluca Meis

Annunci

Un pensiero su “Il 28° Salone internazionale del libro di Torino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...