Incipit d’autore : PAURA E FEDE di Federica Petri – Ed.Intento

 Da oggi in libreria !

foto (2)La sofferenza stringe il collo, toglie il respiro e sfoga nel pianto.

Lacrime che scavano il viso e offuscano la ragione.

Oggi non sono nulla, ma sono viva. Ieri ero morta.
Mi volto a osservare il passato. Sento il sapore amaro e pungente che sale dalla gola.

Il ricordo annebbia i miei pensieri.

Maggio 2010

Dopo anni rimettevo piede in una chiesa in cerca di conforto.

Soffrivo di attacchi di panico. L’unica certezza nel cuore, era la fine della mia relazione  sentimentale.
Una settimana prima, avevo messo il mio ragazzo Mark a un bivio: “scegli loro oppure me!”.
Lo vidi salire in auto, voltarsi a salutarmi con il volto incupito.
Il timore negli occhi, il viso pallido sono l’ultima immagine di Mark scolpita nella memoria.
Un burattino nelle loro mani.
Avevo come la percezione di essere stata portata fino al un punto
di non ritorno. Giorno dopo giorno, questa idea prendeva forma nella mia testa.

Novembre 2009

Il corso era iniziato da un mese. Mi sentivo sulla strada giusta,
al fianco di persone sincere, piene d’amore per il prossimo.
Per la prima volta intravedevo la possibilità di condividere i valori in cui avevo sempre creduto.
L’istruttore mi aveva avvicinato personalmente l’anno prima, lasciando un volantino nel
negozio in cui lavoravo.
Ogni settimana era venuto a farmi visita, da solo o in compagnia di altri seguaci.
Passava per un saluto e mi invitava alle lezioni.
Parlavamo dei miei interessi, gusti e passioni, entrando sempre più in confidenza.
Dieci mesi dopo il nostro primo incontro, partecipai a una serata di
presentazione del corso. Furono introdotti gli argomenti delle
lezioni: storia, religione, psicologia.
L’insegnamento era aperto a tutti, l’organizzazione non aveva scopo di lucro. Gli
istruttori lavoravano gratuitamente: lo consideravano un arricchimento
spirituale per l’umanità.
Il primo incontro a cui partecipai era tenuto da Gianni, l’uomo
che mi aveva lasciato il volantino. Era il nostro riferimento,
quello con più anni di esperienza e conoscenze.
Tutti si rivolgevano a lui quando dovevano prendere decisioni importanti.
Gianni si era avvicinato all’insegnamento vent’anni prima.
Poi aveva conosciuto sua moglie Laura, anche lei era
entrata a far parte del gruppo. Per diventare maestro aveva seguito
un corso avanzato. Era rimasto isolato dal mondo per
molti mesi. Aveva dovuto superare prove e rinunce durissime.
Il programma esposto nella presentazione riuniva argomenti
storici, scientifici, artistici e religiosi.
Puntava a una sperimentazione personale delle Leggi Cosmiche, attraverso la consapevolezza
di se stessi. Venne illustrata una visione scientifica
del mondo onirico e introdotto il tema dei viaggi astrali.
Li descrissero come esperienze che tutti, nel sonno, facciamo, ma che potevano aiutarci a trovare risposte ai nostri quesiti.
Per farlo, bisognava aver appreso le tecniche spiegate nei corsi.
Grazie ai loro insegnamenti, avremmo avuto una vita migliore
e avremmo trovato soluzioni ai nostri problemi, sperimentando la Verità.

Federica Petri

foto 2

Petri Federica, è nata a Torino il 1 Luglio1982. Impara le tecniche artistiche presso il liceo artistico Renato Cottini a Torino. Smette di dipingere per 4 anni. Conseguendo una sua ricerca interiore. Riprende all’età di 23 anni sperimentando diversi modi. Dipinge senza pennelli. Stende direttamente il colore dal tubetto, affermando che lei stessa è solo un veicolo da cui l’energia creativa “filtra” per creare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...