Sensi

Bere Mangiare…Scrivere 

slide1Bere evoca una sensazione e nasce da un desiderio. Mangiare evoca una sensazione e nasce da un desiderio. Scrivere evoca e traspone una sensazione, la ferma ma non la blocca.
Sensazione.
Il sentire non può essere insegnato come materia da apprendere. E’ per questo che ognuno Beve, Mangia e Scrive in maniera differente. Sentimenti collegati all’istinto. L’istinto è lasciarsi andare. Se si ha la possibilità di non ritirarsi impauriti, può diventare possibile coglierne l’aspetto di gioia. Come fare l’amore, giocando insieme.
(differentemente la fine potrebbe essere “…e vissero infelici e contenti.”)
Ieri sera a letto sento all’improvviso il desiderio di dormire con te. Dormire, l’intimità massima, richiama tutti i 5 sensi, ma anche la capacità di lasciarsi andare completamente all’altro, affidarsi. Come accade quando si fa l’amore pienamente. Come quando si mangia e si beve con gusto e per il gusto.


Stamattina al risveglio sei lì che ti aggiri dentro di me, come se ti avessi bevuto, come se mi avessi bevuto, come se noi ci fossimo assaporati. Nonostante tu non ci sia fisicamente. Scrivere? posso solo scrivere sulla pelle perchè sento la tua impronta, ed il suo calco è capace di rendere presente te concretamente assente.
E mentre l’olio caldo passa sulla mia schiena insieme alle pietre che massaggiano per sviluppare calore, il mio calore nasce dal desiderio di te. L’impronta di te. Le impronte possono essere amate, odiate o ripudiate. Così come il cibo, se percepite come pericolose.
Ma io sento che i nostri capelli si sfiorano. La pelle è in attesa.
Voglio mangiare con te, voglio bere con te. Voglio annusare te. Perché il sapore passa sempre per l’odore. Chimimagica.
Scrivere? Come posso? Perchè di tutti gli istinti l’unico che non voglio è quello di immobilizzare.
Scrivere solo il corso di noi che assaporiamo l’un l’altro non come entità (da masticare per distruggere) ma parti viventi di reciprocità.
E vssero felici e contenti

Chiara

twitter

Annunci

3 pensieri su “Sensi

  1. RobyLepri

    A tratti perfino doloroso da leggere, perchè la completezza degli altri per chi si è sentito sempre dimezzato è quasi insostenibile. A me arrivano parole che sono come voci da una terra lontanissima. So che esiste ma non so capire dove.
    Chiara, torna presto.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...